Un terzo parco a Disneyland Paris?

L'arrivo di un terzo parco a Disneyland Paris è sempre d'attualità. Tuttavia, la principale destinazione turistica europea dovrà soddisfare alcune condizioni per completare questo ambizioso progetto!

Come stipulato nell’accordo firmato nel 1987, contratto stipulato tra lo Stato, la regione, il dipartimento, la RATP, lo sviluppatore pubblico EpaFrance e Euro Disney SAS per un periodo iniziale di trent’anni, la costruzione di un terzo Parco a tema a Disneyland Parigi è ancora molto attuale oggi.

Mentre l’ultimo emendamento firmato nel settembre 2010, che ha prorogato l’accordo fino al 2030 anziché al 2017, e in particolare ha consentito al Parco parigino di prendere in considerazione la costruzione di un terzo Parco fino al 2026, ne verrà presto siglato uno nuovo per dar luogo a un’ulteriore proroga di questo accordo fino al 2040. Questa firma consentirà quindi la possibilità di costruire questo terzo Parco fino al 2036.

Disneyland Paris dovrà aumentare le sue presenze per rendere questo progetto una realtà!

Questo terzo parco a tema dovrebbe essere stabilito in un sito inutilizzato a Érable, che si trova a est del viale circolare, nei territori di Magny-le-Hongre e Bailly-Romainvilliers. Secondo l’emendamento, se entro il 24 marzo 2036 Euro Disney SAS o il suo cessionario non avesse “richiesto l’inclusione in un programma dettagliato corrispondente alla costruzione di una terza grande attrazione turistica”, questi siti potrebbero essere rivenduti. Tuttavia, questo testo potrebbe essere nuovamente modificato entro il 2036.


Un nuovo emendamento, infatti, potrà essere siglato “fino alla data in cui i due Parchi esistenti non avranno raggiunto la soglia di almeno 22 milioni di Visitatori annui”. Attualmente, Disneyland Paris ha raggiunto il bar di 15 milioni di visitatori. L’emendamento prevede inoltre che, in caso di aumento delle presenze, “il completamento di questa terza grande attrazione deve essere incluso in un programma dettagliato, firmato entro e non oltre il 23 marzo 2040”.

Un progetto che non si adatta a tutti nella regione. In effetti, alcune persone sono preoccupate per questo sviluppo, ad esempio a Magny-le-Hongre. Didier Pasquier, uno dei candidati municipali ed ex vicesindaco, ritiene che l’arrivo di questo terzo parco a tema a Disneyland Paris taglierebbe semplicemente in due la città. Ha confidato al sito Actu.fr “Dobbiamo ridurre al minimo l’impatto sulla città e la cosa migliore sarebbe trovare un altro posto”.

 

Una nuova scadenza di 10 anni che riguarda altre questioni di Euro Disney SAS! Oltre all’arrivo di questo terzo parco a tema, il prolungamento di questo periodo “mira a sostenere lo sviluppo turistico di Euro Disney SAS che ha annunciato un investimento di 2 miliardi di euro” nonché “lo sviluppo urbano per la costruzione di 1.800 unità abitative aggiuntive e 250 unità abitative, inizialmente previste in aree fuori dal perimetro Disney, oltre a 450 ulteriori unità abitative specifiche dedicate ai dipendenti della destinazione ”.

Questa estensione della convenzione dal 2030 al 2040 consentirà anche la creazione di un’ala est di Villages Nature Paris prima del 2030. Questa ennesima proroga della scadenza consente quindi a The Walt Disney Company di mantenere un certo ritmo di investimenti regolari sul territorio.

Sono iniziati i primi lavori! EpaFrance ha avviato una lunga fase di lavoro che porta alla costruzione di un merlo lungo Boulevard de l’Europe, di fronte a Magny le Hongre. Un merlo è una struttura costituita da un argine di terra destinato a fungere da schermo sonoro e/o visivo. In questo caso, affronterà il futuro terzo parco a tema Disneyland Paris previsto per il 2036. Questo sviluppo, con una lunghezza totale di 800 metri e la cui altezza varierà da 1,5 a 5 metri, è iniziato nel febbraio 2021. Si estenderà dalla rotonda degli hotel della Val de France nell’area poco dopo l’ingresso di Magny-le-Hongre, rue du Moulin à Vent. Consisterà di tre sezioni.

I lavori si stanno svolgendo in tre fasi:

  • Lavori preparatori con scavi archeologici e realizzazione del tracciato di manutenzione;
  • Contributo di terreno fino a metà anno;
  • Lavori di impianto che dovrebbero svolgersi tra ottobre 2021 e marzo 2022.

 

Aggiornamenti:

Domenica 21 marzo 2021, possiamo notare che i lavori per la progettazione della recinzione sono già avanzati bene. Sono in corso i lavori preparatori con gli scavi archeologici e la realizzazione del tracciato di manutenzione.

Martedì 27 aprile 2021, la creazione del merlo sta procedendo a grande ritmo.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>