Cars ROAD TRIP: qualche dettaglio in più

Allaccia le cinture di sicurezza, tieni le braccia e le gambe ben all'interno del tram mentre intraprendiamo un viaggio sulla leggendaria Route 66

Il 5 gennaio 2020, il Parco Walt Disney Studios ha visto la chiusura della sua ultima attrazione a tema dietro le quinte: Studio Tram Tour Behind the Magic!
La nuova attrazione, chiamata Cars (Route 66) Road Trip, permetterà ai visitatori di salire a bordo di un tram turistico e percorrere la leggendaria Route 66 per scoprire i suoi magnifici paesaggi e le sue stravaganti attrazioni turistiche!

Sebbene consistente principalmente in una rielaborazione del tema del Catastrophe Canyon con un tema Cars, questa nuova avventura per famiglie può essere vista come revival del Walt Disney Studios Park e della sua tanto attesa espansione. Il suo percorso, la sua stazione e alcune delle nuove tappe sono, infatti, collocate su un perimetro mai esplorato prima dai visitatori. La stazione darà una visione più che interessante del futuro lago.

 

Quello che sappiamo sulla trama dell’attrazione

Segui il percorso grazie alla mappa numerata

L’attrazione deve ancora svelare tutte le sue sorprese, ma insieme proveremo ad immaginare come sarà questa nuova esperienza!

Una volta negli Stati Uniti, i turisti dovrebbero recarsi in un Visitor Center [1] che funge anche da coda dell’attrazione. Questa stazione dall’architettura moderna renderà omaggio al mondo automobilistico. Consisterà principalmente in un banco informazioni dove i visitatori troveranno mappe, cartoline e altri elementi decorativi che ricordano la Route 66 ed evocano il loro prossimo Road Trip! Una volta raccolte tutte le informazioni, sarà ora di salire a bordo del nostro bus turistico dove Sally e Cruz ci aspettano per mostrarci le meraviglie della Route 66.

 

Questo è il momento in cui i turisti possono sperimentare la prima scena [3] e il famoso “World’s Biggest Nut” presentato dallo stesso Saetta McQueen.

 

Zoom sull’arredamento dietro Dinotopia

Altri elementi saranno osservati mentre l’autobus turistico attraversa i boschi, soprattutto dietro l’arredamento antico della Dinotopia. Sembra che troveremo cartelli pubblicitari che annunciano la prossima fermata del veicolo [4].

La parte più impressionante della visita sarà senza dubbio la deviazione attraverso Cars-tastrophe Canyon [5] dove i visitatori incontreranno un camion della Dinoco che probabilmente incontrerà alcuni problemi tecnici!

Dopo questa frenetica seconda tappa, una terza e ultima curiosità [6] attirerà l’attenzione dei turisti: una riproduzione della Torre Eiffel fatta di taniche di benzina, pneumatici e altre parti di automobili. Per questa scena è stato eseguito un lavoro sulla falsa roccia e troveremo Cricchetto che probabilmente presenterà quest’opera d’arte.

Sfortunatamente, il viaggio sulla Route 66 è giunto a termine e ci ritroveremo alla stazione d’imbarco/sbarco

 

(fonte dlpreport)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>