Shanghai Disneyland - Gennaio 2018.

Eccomi pronta a cominciare il racconto di questo meraviglioso viaggio in Cina. love

Partiamo dal principio. Da grandi amanti dell’Oriente, questo Nataleio e Marco abbiamo fatto la pazzia di volare prima Pechino e poi a Shanghai. Così come a Tokyo non mi sono fatta scappare la capatina a Tokyo Disneyland, a Shanghai potevo farmi scappare questo parco?  krakrani

I biglietti del parco li ho comprati in Italia sul sito di Shanghai Disneyland, avevo paura che comprandoli in loco rischiassi il sold-out. Si deve essere provvisti di passaporto e di visto (in Cina non ci entri senza). Avevo già deciso che le date papabili sarebbero state il 2 e 3 gennaio 2018. Il costo dei biglietti, rispetto alla media Disney, è molto basso 340 Yuan (43 euro circa) a biglietto, quindi 680(86euro) yuan per 1 biglietto di 2 giorni.

Il 2 gennaio quindi con i nostri passaporti, i nostri biglietti on line e le mie MinnieEars siamo pronti per l’avventura.
Grazie ai punti esperienza accumulati nel viaggio in Giappone, riusciamo a subito ad orientarci nella metro cinese. Avevo letto che è stata creata una linea apposita per raggiungere il resort, la Linea 11.
Dal nostro Hotel al Parco ci si impiega circa 1 ora di metro. Un biglietto di sola andata in metro costa 12 yuan (1.50), A/r sono 24 yuan (3euro)

Piccolo Offtopic: Man mano che la metro si avvicina a Disneyland salgono i venditori abusivi, che vendono le classiche orecchie o altri gadgets.
Le orecchie costano 10yuan se non ricordo male (1,20 o qualcosa in più). Il problema  che questi venditori circolano anche dentro il parco, mi chiedo come mai non li fermino ai controlli!! Quindi si deve stare attenti!!

Arrivati a destinazione, la prima cosa che facciamo usciti dalla stazione è, comprare i biglietti della metro per il ritorno, perchè leggendo qua e là resoconti di alcuni visitatori (in particolare di TDR explorer, un ragazzo che si occupa solo dei parchi orientali) dopo lo spettacolo finale la gente si ammassa alle macchinette e si aspetta anche un’ora per comprare il biglietto!

Usciti dalla metro ci dirigiamo verso il parco, dove si effettuano i primi controlli sicurezza. E troviamo subito la statua di SteamBoat Willie ad aspettarci.
E se ci fate caso, in lontananza si vede a punta del castello. Credo sia l’unico parco Disney in cui è possibile vedere il castello da fuori. E’ enorme.

Non fate caso alla mia faccia, ero felicissima, e probabilmente era l’adrenalina che mi teneva in piedi, perchè tra Jet-lag, freddo e stanchezza dei giorni precedenti ero un po’ provata.

Dopo di che ci si mette in fila ai tornelli per entrare nel parco. Una gentilissima Cm, una delle poche che parlava inglese, mi dice che i biglietti me li cambiano direttamente all’entrata.
Una fila lunghissimaaaaaaa..abbiamo atteso una buona quarantina di minuti, eravamo nella fila numero 36 Shockcow

Appena entrati, tappa bagni e siccome nel forum c’è qualcuna a cui piacciono, ho anche delle foto sbellico sbellico ma magari le posto poi… ride

A chi piacciono le ghirlande alzi la mano!! Siamo stati fortunati, perchè gli addobbi Natalizi e l’albero sono spariti il 3 gennaio. Abbiamo fatto in tempo a vedere tutto. Quindi la stagione Natalizia a Shanghai finisce il 2 gennaio.

L’entrata è simile all’entrata di Tokyo, ovviamente più piccolina, e troviamo il giardino con il famoso faccino di Mickey.

Ad accoglierci la banda del parco, che stava suonando “Happy”.

Appena si sorpassa l’entrata ci troviamo in Mickey Avenue (la nostra Main street). La via è abbastanza breve, con negozi e snack. Qui troviamo anche il Guest Service e l’unica Attrazione: il Mickey’s Film Festival, una sorta di teatro che proietta i corti Disney, purtroppo era chiuso.