7 paesaggi a cui la Disney si è ispirata per creare ‘Encanto’

La magia di 'Encanto' ha già raggiunto il cinema, trasportando il pubblico nel cuore della Colombia con i suoi splendidi paesaggi portati sul grande schermo.

Encanto‘, che ha debuttato il 25 novembre, è ispirato “alla cultura, alle tradizioni, alle persone, alla geografia, alla flora e alla fauna della Colombia”, afferma Disney.

Per la realizzazione di questo film, i creatori hanno visitato alcuni dei luoghi più belli della Colombia, ispirati dalla bellezza e dalla diversità di questo paese. Inoltre i registi hanno riunito una squadra composta da antropologi, esperti di costumi, musica, botanica, musica, architettura, lingue e altri aspetti del paese per ritrarre questo film magico.

“Sapevamo che se dovevamo raccontare una storia di ispirazione colombiana, volevamo che fosse reale”, ha detto Charles Castro Smith, co-direttore di ‘Encanto’.

Questi sono alcuni di quei posti:

Caño Cristales, l’inizio del “Encanto”

Caño-cristales

Il momento giusto: Da giugno a novembre, i mesi tra la stagione umida e quella secca, le piante dei fiumi danno uno spettacolo colorato.

Una scena breve ma potente all’inizio del film è ambientata in uno dei luoghi più belli della Colombia: Caño Cristales. Conosciuto come il “fiume dei cinque colori”, questo luogo, situato nel Parco Nazionale della Sierra de la Macarena, dipartimento di Meta, presenta ogni anno uno spettacolo ostentato tra luglio e novembre. Lì, le guide locali propongono escursioni nella zona per portarti negli angoli più profondi di questo paradiso naturale.

Conosciuto anche come “l’arcobaleno che si è sciolto”, Caño Cristales offre un’eruzione di alghe colorate che conferiscono al fiume un colore prevalentemente rosso sangue quando il livello dell’acqua è corretto.

 

Cartagena

Cartagena

È la città turistica per eccellenza della Colombia. Con la sua città murata e le sue fortificazioni che sono un patrimonio mondiale dell’UNESCO, oltre al suo fascino informale sulla spiaggia e alla vivacità urbana, ne fanno un luogo divertente e affascinante da esplorare.

Il centro storico di Cartagena si trova all’interno delle antiche mura della città costruite dagli spagnoli tra il XVI e il XVIII secolo. Si chiama la città murata ed è qui che si trovano la maggior parte degli hotel e dei ristoranti, ed è anche molto adatta a piedi.

 

Valle del Cocora

Cocora Valley

Valle de Cocora, nella regione del caffè della Colombia.

“Siamo andati a visitare la Cocora Valley. È uno dei posti più belli in cui sia mai stato”, ha detto Jared Bush in un recente video pubblicato sulla pagina YouTube ufficiale della Disney. “Sapevamo che questo è dove dovrebbe essere la casa Madrigal.”

È giusto. È uno dei posti più belli della Colombia.

Situata nel dipartimento di Quindío, nella zona del caffè, nel centro del paese, la Cocora Valley ospita le emblematiche palme da cera alte 60 metri, le più alte del mondo, che sono l’albero nazionale della Colombia. .

La Cocora Valley è anche il luogo in cui nasce il fiume Quindío e uno degli ingressi al Parco Nazionale Los Nevados.

La Valle del Cocora si trova a 11 chilometri dal Salento, 35 chilometri dall’Armenia e 45 chilometri dalla città di Pereira.

 

Amazzonia

I paesaggi e la diversità dell’Amazzonia colombiana sono stati l’ispirazione per il film Disney, Encanto.

L’Amazzonia colombiana è in gran parte la protagonista di questa storia, poiché non solo appare il verde dei suoi paesaggi, ma anche alcuni degli animali della storia come chigüiros, tapiri, coati e giaguari, molto visti in questa regione colombiana.

Vuoi un indizio su questi paesaggi? Dai un’occhiata ad Antonio e al suo magico mondo pieno di animali.

 

Le case tipiche della Colombia

hacienda-combia

La città è stata fondata nel 1533 e prende il nome dalla città spagnola che porta quel nome.

La casa Madrigal è l’epicentro di questa storia. È qui che vive la famiglia magica e dove si svolge la maggior parte della storia.

Questa hacienda si ispira alle tipiche case colombiane viste a Cartagena, Villa de Leyva, Salento e Barichara, secondo Procolombia.

 

Villa de Leyva, Boyacá

Villa de Leyva

Villa de Leyva, una pittoresca cittadina del XVI secolo, molto popolare tra i ruoli (nativi di Bogotà) come destinazione per il fine settimana.

Edifici coloniali spagnoli ottimamente conservati circondano l’ampia piazza acciottolata, la più grande della Colombia, con pareti imbiancate che contrastano perfettamente con i tetti di tegole rosse arrugginite.

 

Barichara

barichara

Le strade di Barichara, a Santender, si riflettono in Encanto.

Dall’altro c’è Barichara, un piccolo paese adagiato sulle colline di Santander. La città ha muri imbiancati del XVIII secolo e i tetti di tegole rosse di Villa de Leyva e di altre tipiche città colombiane, anche se senza la costante corsa di visitatori. Ha anche punti panoramici su cime verdi e una vista privilegiata sul canyon di Suárez.

 

Salento

Salento

I colori e gli stili delle finestre di queste case sono tipici di diversi paesi della Colombia, portati ad Encanto.

E c’è anche il Salento, a Quindío, che è sicuramente la cittadina colombiana più conosciuta e probabilmente più frequentata dai viaggiatori grazie alla sua vicinanza alle imponenti palme da cera della Cocora Valley. (Ricordate? La casa Madrigal si trova lì).

Puoi passeggiare per le strade scattando foto delle tradizionali costruzioni bahareque e, per apprezzare davvero la posizione privilegiata del Salento, fare una passeggiata in uno dei punti panoramici e goderti il ​​panorama.

 

Altri simboli

Il film ‘Encanto’ è pieno di simboli della cultura colombiana. Dai un’occhiata ai cappelli vueltiaos, al caffè colombiano, ai piatti che servono il caffè, alle espadrillas, ai costumi tipici e alla diversità culturale e razziale del film e della musica… un vero incanto!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>