TuttoDisneyLand Forum
04 Dicembre 2020, 08:30:25 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Agenda Accedi Registrati  
  • Pagine: 
  • 1
  Vai giù Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Disney d'Autore  (Letto 736 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.

tinkerbell79
Animatore del Forum
Utente senior
*


Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Città: Como
Messaggi: 1323

Always Disney

« inserita:: 08 Gennaio 2013, 18:35:41 »

Disney d'Autore, le più belle storie "papere" e "topo avventure" di Giorgio Cavazzano

In libreria appunti, bozzetti e storie che raccontano 50 anni di collaborazione tra Disney e l'autore

Il taglio cinematografico delle vignette, l'attenzione ai particolari e la forza magnetica che caratterizza lo sguardo dei suoi personaggi. E' una "matita" inconfondibile quella di Giorgio Cavazzano, celebrata con il volume Disney d'Autore. Una monografia dal formato pensato appositamente per le librerie, dedicata a un vero e proprio mito nel panorama dei fumetti.
Il volume, che coincide con i 50 anni della collaborazione fra Disney e l’autore, raccoglie non solo le avventure della banda Disney, ma anche il “dietro le quinte”, con appunti, bozzetti, studi preparatori e racconti in prima persona dell’autore sulla genesi delle storie. Questo dedicato a Giorgio Cavazzano è il secondo volume della collana Disney d’Autore, lanciata lo scorso anno con una monografia che raccoglie le storie, le parodie e le vignette di Silvia Ziche. Oltre ad approfondire lo studio dei classici disneyani, crea nuovi personaggi destinati a diventare essi stessi dei classici: a cominciare da Reginella, nata nel 1972 dal connubio con Rodolfo Cimino, per passare a Paperinika, eroina femminista alter ego di Paperina e controparte di Paperinik, fino allo strampalato investigatore Umperio Borgarto.

Suddiviso in due parti (“Storie papere” e “Topo avventure”), Disney d’Autore si compone di 12 storie selezionate dallo stesso Cavazzano, il quale le ha scelte perché appartengono a un momento particolare e felice della sua vita ed esprimono la sua evoluzione stilistica, il suo essere sempre e comunque in movimento. Il volume si apre con la prefazione del giornalista Vincenzo Mollica; il personaggio di Vincenzo Paperica che appare in Paperino Oscar del Centenario (un omaggio al mondo del cinema, nel quale sono raffigurati tantissimi divi di ieri e di oggi, dai fratelli Marx a Sophia Loren, da Charlie Chaplin a Tom Hanks) è ispirato proprio ad una caricatura del giornalista, qui anche nelle vesti di sceneggiatore, realizzata da Andrea Pazienza. Tratta da un fatto realmente accaduto e sceneggiata dall’autore finlandese Kari Korhonen, Zio Paperone e il tesoro del Baltico è un racconto per veri lupi di mare, con navi, tempeste, naufragi e cacce senza esclusione di colpi a tesori sommersi. Si tratta una vera chicca: la prima edizione italiana di questa storia, pubblicata proprio quest’anno nell’edizione finlandese di Topolino.

Zio Paperone e l’elasticolina del Barone Giallo, sceneggiata da Rodolfo Cimino, vede Zio Paperone, Paperino e i nipotini viaggiare sulle tracce del Barone Giallo, tra la Foresta Nera e l’America Centrale, alla ricerca della misteriosa elasticolina: una sostanza ricavata dal lattice di una rara pianta della gomma che, secondo il Barone, rimediava alle rovinose cadute dei piloti d’aviazione in assenza del paracadute. Completano le “Storie papere” Zio Paperone e il mondo delle idee, basata su un soggetto di Giorgio Pezzin; Paperino e la seconda occasione, sceneggiata da Francesco Artibani; l’omaggio dell’autore alla sua Venezia con Paperino e il “soffio” scarlatto (testi di Giorgio Figus); Paperinik un eroe al casello, sceneggiata da Marco Bosco, dove compare fra gli altri personaggi una miliardaria messicana che ha le sembianze di un’improbabile Moira Orfei e, infine, Zio Paperone e il Terzo Nilo, con i testi di Francois Corteggiani.

La sezione “Topo avventure” si apre con Topolino e il dominatore delle nuvole, una storia in due puntate, sceneggiata da Casty, dove convivono mistero, azione, ecologia, humor e horror e che in alcune parti cita i capolavori di Romano Scarpa. Proprio in omaggio al suo Maestro, Cavazzano sceglie di disegnare il sindaco di Topolinia riprendendo i lineamenti dell’omonimo personaggio ritratto da Scarpa nella storia “Topolino e la dimensione Delta”. L’ispettore Manetta in… 2 piedipiatti in fuga, sceneggiata da Tito Faraci, vede protagonisti una strana coppia di sbirri: l’ispettore Manetta, appunto, e il suo collaboratore Rock Sassi, un ranger texano dal piglio duro creato proprio da Cavazzano e Faraci nel 1997.

Gambadilegno e la rapina da fumetto, sceneggiata da Fausto Vitaliano, è un divertente e paradossale “fumetto nel fumetto”, dove Cavazzano si cita ironicamente attraverso l’autocaricatura del personaggio del disegnatore, mentre lo sceneggiatore ha le sembianze di Tito Faraci. Chiude il volume Topolino e l’enigma del faro, sceneggiata da Silvano Mezzavilla. Come scrive Vincenzo Mollica nella sua prefazione, “c’è una linea che parte da Carl Barks e passando per Romano Scarpa arriva a Giorgio Cavazzano: è la consapevolezza che attraverso le storie disneyane si possa fare arte e letteratura, o meglio “letteratura disegnata”, come definì giustamente il fumetto Hugo Pratt”.

Titolo: Disney d'Autore
Autore: Giorgio Cavazzano
Pagine: 528
Prezzo: 16,90 euro

Fonte: tgcom.it

 

Registrato
  • Pagine: 
  • 1
  Vai su Vai su
  Stampa  
precedente precedente - successivo successivo
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!