TuttoDisneyLand Forum
26 Ottobre 2020, 21:55:54 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Agenda Accedi Registrati  
  • Pagine: 
  • 1
  Vai giù Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Un italiano sul ghiaccio Disney  (Letto 4018 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.

checchina
Disney Utente

******


Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Città: Firenze
Utente: Principessa del Forum, moglie del Capo, domatrice di MagoMerlino e incantatrice di Principessina
Messaggi: 6809

adoro disneyland.................

« inserita:: 17 Marzo 2011, 17:07:29 »

Un italiano sul ghiaccio Disney

In arrivo a Toronto Toy Story 3, nove spettacoli dal 15 al 20 marzo

TORONTO - Diviso tra l’adrenalina della competizione ed il divertimento di lunghi tour per il mondo con gli spettacoli Disney, il 23enne Daniel Aggiano ha sempre ai piedi pattini con lame affilate. Lo spettacolo del quale fa parte, Toy Story 3 - Disney on Ice, sarà a Toronto dal 15 al 20 marzo, giusto in tempo per il March Break. A poche ore dal sua arrivo a Toronto, il Corriere Canadese ha intervistato Daniel, italiano nato e cresciuto in Inghilterra, che ha rappresentato l’Italia in importanti competizioni internazionali prima di entrare nella grande famiglia Disney. In un perfetto italiano marcato da un sottile accento, Daniel ci ha raccontato i suoi mille impegni e la voglia di tornare a competere. «Sono nato e cresciuto in Inghilterra, dove sono stato fino ai 19 anni. Ho partecipato a gare di pattinaggio artistico con una partner che è, come me, metà italiana, e mi sono trasferito a Milano per poter continuare ad allenarmi con lei. Due anni fa ho iniziato la mia avventura con la Disney».
Cos’ha per te il pattinaggio più degli altri sport?
«Ho iniziato a pattinare quando avevo 3 anni. Il pattinaggio ti dà la possibilità di vivere in un’altra dimensione. È davvero una sensazione unica, difficile da descrivere».
Hai accennato appunto di aver gareggiato per molti anni prima di partecipare all’audizione per lo spettacolo della Disney. Cosa ti ha portato a prendere questa decisione?
«Non è stata una scelta facile. C’erano degli attriti molti forti con la mia partner, e alla fine lei ha deciso di abbandonare il pattinaggio. Io non volevo smettere, ma allo stesso tempo non avevo la forza di fare coppia con un’altra persona. Allora ho deciso di fare l’audizione, e poi conoscevo bene gli spettacoli perché andavo a vederli tutti gli anni da quando ero bambino».
Preferisci le competizioni sportive o gli spettacoli?
«Gli spettacoli non sono gare, quindi non c’è la pressione della competizione. C’è solo il pubblico che vuole divertirsi senza necessariamente voler vedere salti tecnicamente perfetti. Allo stesso tempo è più stressante perché abbiamo tantissimi spettacoli alla settimana, anche più di uno al giorno, quindi è proprio come avere un lavoro».

Registrato
  • Pagine: 
  • 1
  Vai su Vai su
  Stampa  
precedente precedente - successivo successivo
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.5 | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!